Bullismo: “Mi chiamavate mostro, guardatemi ora…”

La figlia di Bruce Willis e Demi Moore posta un selfie in bikini per fare pace con sè stessa.

0
210
Bullismo
Le dicevano che era brutta, ma si riscatta.

Il bullismo esiste da sempre, ma forse mai come oggi, se ne parla. Ed è incoraggiante conoscere di ex vittime che  riescono a prendersi le loro rivincite. Certo, alcune salgono più facilmente ai riflettori, vuoi per la vita particolarmente tormentata in passato, o perché figli di celebri star. Tallulah – nata dall’amore tra Bruce Willis e Demi Moore – subiva continue prese in giro. Le dicevano che era brutta, a tal punto che non poteva avere due genitori così belli, troppo grassa per la sua età e non avrebbe fatto strada. Dieci anni più tardi, la 23enne posta un selfie in bikini. Ormai si è lasciata alle spalle gli atti di bullismo subiti.

Bullismo: il riscatto

“Dedicato a chiunque mi abbia chiamato ‘brutta’ quando avevo 13 anni”, scrive su Instagram la ragazza, a corredo dello scatto. Il post, pubblicato poco dopo quello con le due sorelle maggiori, registra già oltre 20mila like e centinaia di racconti simili sul bullismo. Per una lungo periodo Tallulah ha sofferto di dismorfofobia, che nasce, appunto, da una visione distorta del proprio aspetto esteriore. In taluni soggetti, questa forma fobica, può causare uno stress emozionale e incapacità di tessere adeguate ed equilibrate relazioni sociali e sessuali, con conseguente isolamento sociale e distonie inerenti alla sessualità. L’individuo può sviluppare comportamenti fobico–ossessivi, talvolta dannosi per la propria salute poiché possono evolvere in anoressia nervosa e bulimia, semplice o nervosa. La dismorfofobia si sviluppa con maggiore frequenza nei soggetti con basso livello di autostima, in genere adolescenti, sia maschi che femmine. Autostima che, naturalmente, può crollare se finisci vittima di bullismo.

Bullismo: da vittima a modello

Tallulah era arrivata a pesare 43 kg ed è stata spesso ricoverata per la dipendenza da alcool e droghe. Col progetto “What’s Underneath” ha ripreso sicurezza ed adesso mostra un corpo non più anoressico. “Tu e le tue sorelle siete incantevoli e avete delle personalità ilari”, osserva uno dei suoi 170mila fan. Un altro commenta: “Non devi preoccuparti di quello che ti veniva detto quando avevi 13 anni. La bellezza è relativa e dipende da chi osserva. Per me, sei bellissima”. Alcune utenti hanno colto l’occasione per raccontare del loro burrascoso passato. “Ho avuto a che fare con il bullismo in tutta la mia vita” ha rivelato ad esempio una follower. “Le donne devono sapere che valgono molto di più di come appaiono”.

Commenta l

SHARE
Loading...