Catanzaro: Marco Gentile ucciso per un debito di 10 euro, il killer ha agito con premeditazione

0
253
omicidio_catanzaro

Per l’omicidio di Marco Gentile è stato fermato Nicolas Sia. È stato lui ad uccidere il giovane 18enne nella sera del 24 ottobre a Catanzaro. Gli agenti della mobile sono riusciti a risalire al killer di Marco Gentile grazie ad alcuni testimoni che hanno ricostruito gli ultimi momenti di vita della vittima. Uno di loro ha cercato di sedare la rissa tra Gentile e Sia. L’omicida nei giorni precedenti aveva avuto delle discussioni con la vittima, e da alcune indiscrezioni è emerso che il movente del delitto sia un debito di 10 euro per l’acquisto dello spinello. Sia inoltre aveva programmato tutto nei minimi dettagli.

La madre di Marco Gentile intanto continua a non darsi pace ed è intervenuta nel corso della trasmissione di approfondimento condotta da Barbara D’Urso, Pomeriggio Cinque. La donna ha chiesto giustizia per suo figlio aggiungendo che tutti erano a conoscenza del piano omicida di Nicolas Sia. Secondo fonti non verificate, Sia si sarebbe vantato dell’acquisto di un coltello con cui avrebbe ucciso Marco Gentile. Per la donna non ci sono dubbi: Marco Gentile è stato ammazzato per invidia e non era un drogato.

Ora il ragazzo si trova in carcere, considerati i precedenti della trasmissione nella gestione dei casi di cronaca di rilevanza nazionale, quando affermato dalla donna non può essere considerato valido a fini investigativi. Le forze dell’ordine si stanno occupando del caso per cercare di stabilire cosa è accaduto prima dell’omicidio e accertare la responsabilità di eventuali complici.

Commenta l

Loading...

COMMENTA