Consultazioni Europee: Movimento 5 Stelle vota a quale gruppo aderire

0
225

Anche questa volta il movimento 5 stelle, non si lascia sfuggire l’occasione di coinvolgere e riflettere assieme, riguardo l’adesione al Parlamento Europeo. Durante le consultazioni aperte oggi e domani Beppe Grillo chiede di scegliere in quale gruppo del Parlamento Ue il movimento dovrà aderire. La proposta è quella di lasciare l’Efdd (Europe of Freedom and Direct Democracy), quello dell’Ukip di Nigel Farage, per spostarsi all’Alde (Alliance of Liberals and Democrats of Europe) o al gruppo Misto.

“Con l’Alde saremmo la terza forza a Strasburgo” -afferma Grillo- “Alde conta 68 eurodeputati e con la presenza del M5S diventerebbe la terza forza al Parlamento europeo”, scrive sul suo blog Beppe Grillo, auspicando che in tal modo il Movimento potrà “acquisire un peso specifico nelle scelte che si prendono”. “Significa di rappresentare l’ago della bilancia: con il nostro voto potremo fare la differenza e incidere sul risultato di molte decisioni importanti per contrastare l’establishment europeo. Non rinneghiamo le scelte del passato”, ma “affrontare nuove sfide con maggiore determinazione”.

“I recenti avvenimenti europei, come la Brexit – spiega il leader dei 5 stelle – ci portano a ripensare alla natura del gruppo Efdd. Con lo straordinario successo del Leave, l’Ukip ha raggiunto il suo obiettivo politico: uscire dall’Unione europea. Parliamo di fatti concreti: Farage ha già abbandonato la leadership del suo partito e gli eurodeputati inglesi abbandoneranno il Parlamento europeo nella prossima legislatura. Fino ad allora, i colleghi inglesi saranno impegnati a valorizzare le scelte che determineranno il futuro politico del Regno Unito”.

Beppe Grillo vuole spostare la collocazione del M5s dall’Efdd (Europe of Freedom and Direct Democracy), il gruppo del quale fa parte l’Ukip di Nigel Farage, all’Alde (Alliance of Liberals and Democrats of Europe). Ma occorre fare chiarezza su cosa sia l’Alde. Si tratta del gruppo guidato dall’ex premier belga Guy Verhofstadt.

L’Alde può essere definita un gruppo di centro, a forte vocazione europeista che punta sul rafforzamento della pace globale attraverso un crescente ruolo di stabilizzazione del Vecchio continente. Istruzione, diritti, ambiente, autonomie locali e lotta alla burocrazia sono i suoi cavalli di battaglia. In passato ne hanno fatto parte la Margherita, i radicali, l’Idv. E buona parte dello stesso Pd, che Renzi – appena insediato a palazzo Chigi – fece entrare invece nel Pse.

Commenta l

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA