Elezioni Sicilia: trionfo centrodestra, Musumeci “Le mie priorità”

Nello Musumeci vince sul rappresentante dei grillini Giancarlo Cancellieri.

0
135
Elezioni Sicilia
Elezioni Sicilia, vince il candidatore di centrodestra Nello Musumeci.

Musumeci vince le elezioni Sicilia: è lui il nuovo presidente della Regione. Con il 40% dei voti il candidato della coalizione di centrodestra ha superato Giancarlo Cancellieri (M5S), fermatosi al 34,6%. Su quest’ultimo i grillini riponevano grande fiducia nella scalata al Governo. E i risultati sono comunque soddisfacenti, salendo in cinque anni dal 18% al 26,7%.

Elezioni Sicilia: le percentuali

È stato un lungo conteggio, durato la bellezza di 16 ore. Ma era chiaro già dopo i primi spogli che la sfida sarebbe stata a due. Il verdetto finale dà ragione a Musumeci, preferito nelle province più grandi. In altre, più piccole, c’è stato grande equilibrio e talvolta ha vinto il M5S. Nettissimo il divario sugli altri candidati per le elezioni Sicilia. Fabrizio Micari (Pd), il rettore di Palermo, ha raccolto il 18,5% dei consensi. Pur tornando al Parlamento siciliano, la sinistra radicale esce come grande sconfitta: Claudio Fava non è andato oltre il 6,2%. L’indipendentista Roberto La Rosa non è infine arrivata all’1%.

Elezioni Sicilia: trionfa Musumeci

“La formazione del governo sarà mio compito – spiega un trionfante Musumeci – dopo avere certamente parlato con le forze della coalizione. Sceglierò persone al di sopra di ogni sospetto, pulite e competenti; e marceremo con un unico passo: è finito il tempo della ricreazione. Sono interessato a parlare con il governo centrale e con la Commissione europea per il bene della Sicilia, non mi occupo di alchimie e non mi occupo di Alfano, il quale mi ha fatto gli auguri e al quale ho risposto con un sms”. Musumeci, conquistato il favore nelle elezioni Sicilia, non teme gli oppositori: “Mi dicono i miei amici che la maggioranza all’Assemblea regionale siciliana ce l’abbiamo ma sono sicuro che in Parlamento troveremo un consenso ampio, perché siamo tutti col sedere per terra e su 4-5 cose importanti troveremo un accordo, al di là delle differenze tra destra e sinistra, maggioranza e opposizione. Perché nessun partito potrà tirarsi indietro nelle condizioni in cui ci troviamo la gente ci viene a prendere nelle nostre stanze se pensiamo di giocare al tanto peggio tanto meglio. Con i voti palesi vedrete che le maggioranze le formeremo sulle oggettive iniziative utili a questa terra. Quindi non mi preoccupa il numero della maggioranza”.

Elezioni Sicilia: proposte avanzate

“Affronterò anche il tema dei vitalizi – aggiunge il vincitore delle elezioni Sicilia – un tema che in campagna elettorale è stato affrontato in tema strumentale. Già i primi tagli li abbiamo fatti ai nostri emolumenti che abbiamo tagliato del 42 per cento – ricorda – abbiamo tagliato i vitalizi ai deputati in carica. Affronteremo il tema degli altri vitalizi con i capigruppo parlamentari e, se mi consentite, vorrei cominciare a tagliare gli sprechi e la spesa parassitaria che ancora caratterizza molte strutture alla Regione. Vorrei lottare contro i fitti passivi, contro le auto blu che spesso mi sembrano assolutamente inutili se non dannose. Io da Presidente dell’Antimafia viaggiavo in treno. Insomma daremo segnali concreti perché la gente si aspetta elementi di novità”.

Commenta l

SHARE
Loading...