Fabio Volo: sfancula Matteo Renzi

Pomo della discordia sempre lo Ius Soli.

0
172
Matteo Renzi
Fabio Volo manda al diavolo Matteo Renzi.

Fabio Volo sfancula Matteo Renzi. Chiamato da Oscar Farinetti alla Fondazione Mirafiora per presentare “Quando tutto inizia”, suo ultimo libro, lo scrittore doveva semplicemente tenere una presentazione. E invece è scoppiato un botta e risposta con Matteo Renzi, fino a quando lascia polemicamente il tavolo, dopo la divergenza di opinione sulla Ius Soli. Le cinquecento persone presenti sono rimaste sbigottite.

Matteo Renzi: Fabio Volo lo manda al diavolo

Inizialmente tutto filava liscio come l’olio. Ma quando è stato toccato il tema Ius Soli, apriti cielo: i toni di Matteo Renzi e Fabio Volo si sono accesi, scatenando una rissa verbale in piena regola. Lo scrittore sbotta: “È impossibile che non riusciate a far approvare una legge che anche mio figlio di quattro anni ha capito quanto sia giusta, non posso essere io a difendere lo Ius Soli”. Matteo Renzi replica illustrando tutto ciò che è stato fatto finora. Ma Fabio Volo non lo tollera: “Sono venuto qui a presentare il mio libro, non ad assistere ad un comizio”, quindi, stizzito, si alza e se ne va. Poco più tardi il messaggio di scuse su Twitter: “Mi spiace per questa sera, non era nulla di personale nei confronti di Renzi. Ci siamo ritrovati in una situazione che ho gestito male. Sorry”.

Matteo Renzi: polemica con Fabio Volo

Matteo Renzi non è di certo il primo a infastidire lo scrittore e conduttore radiofonico. “No alla fiducia sullo Ius soli intanto perché i trafficanti di uomini avrebbero un argomento forte per dire guardate che in Italia è più facile conquistare la cittadinanza”, aveva detto Silvio Berlusconi a ‘Che tempo che fa’. “Non si può dare loro la cittadinanza italiana solo perché hanno frequentato una scuola”, aveva chiosato. Sullo Ius Soli aveva mostrato rimostranze Fabio Volo, dietro alle quinte si era presentato al camerino dell’ex premier. “Non è una cosa figa quella che ha detto. Finché un’associazione come questa la fa Salvini va bene ma questi sono discorsi da teste quadre, lei invece non ha una testa piccola e chiusa. Lei potrebbe trascinare la parte di italiani più restìa a capire che la sofferenza dei bambini non è un tema di trattativa”. Con Matteo Renzi il secondo atto.

Commenta l

SHARE
Loading...