Giallo Ylenia Carrisi: il test del Dna ha stabilito che non è suo il cadavere

0
202

Ylenia CarrisiIl cadavere trovato in Florida il 15 settembre del 1994 non è quello di Ylenia Carrisi. I risultati del testa del Dna erano attesi per la fine del mese ma l’agente speciale Dennis Haley, esperto in cold case ha scritto alla trasmissione “Chi l’ha visto?” annunciando che l’esame ha escluso la possibilità che i resti appartengano alla figlia di Al Bano Carrisi e Romina Power.

Gli spettatori di una tv americana erano rimasti impressionati dalla confessione del serial killer Keith Hunter Jesperson, un camionista che ha ucciso molte giovani donne autostoppiste, e dalla somiglianza di una delle vittime con Ylenia Carrisi. La nuova pista sembrava diversa da tutte le altre, Jesperson infatti aveva raccontato che quella ragazza si faceva chiamare Suzanne, e Ylenia Carrisi aveva scelto quel nome.

Lo scorso anno il tribunale di Brindisi ha dovuto dichiarare la morte presunta di Ylenia Carrisi, una scelta difficile per il cantante pugliese che ha una ferita sul cuore che non si rimarginerà mai. Intanto Haley ha dichiarato che non interromperà le ricerche per dare un’identità al cadavere e scoprire cosa è successo ad Ylenia Carrisi che sembra essere stata inghiottita dalle strade di New Orleans, la città in cui aveva deciso di stabilirsi.

Commenta l

SHARE
federico
Federico è un giornalista pubblicizza esperto di web e di temi di attualità
Loading...

COMMENTA