La Royale lancia il Flex Phone: il cellulare che si arrotola al polso

Presentato al Consumer Electronics Show anche la Car Dashboard

0
267

Cellulare al polso. Innovazione, dimensioni ridotte e flessibilità. Questo il mix alla base del telefono in grado di arrotolarsi al polso. La Royale, ha presentato all’ultimo Consumer Electronics Show un prototipo di smartphone originale, nuovo e forse anche un po’ strano a vedersi: Flex Phone, dotato di display flessibile, delicato ma costruito in modo tale da seguire il profilo del polso senza danni, quando arrotolato.

Novità indossabile. Tra novità e dispositivi wearable, sembrava quasi strano che nessuno avesse proposto o pensato ad un dispositivo indossabile. Flex Phone è un normale smartphone che funge anche da fitness tracker, grazie ai sensori che lo compongono. Indossato al polso, al momento di una chiamata, l’utente può decidere di srotolarlo ed utilizzarlo portandolo all’orecchio oppure rispondere tenendolo direttamente al polso.

Car Dashboard. L’azienda produttrice con sede in California, è conosciuta per la produzione specializzata in display e sensori flessibili. Tra le novità presentate al Ces di Las Vegas, anche un prodotto multi touch, modellato sulla forma curvata di una plancia per essere utilizzata nell’autovettura.  Car Dashboard è il nome del prodotto innovativo, compatibile con più sistemi innovativi, senza bordi e curvati che può essere usato anche con guanti e pennini ed è water resistent. Naturalmente tutto ciò che viene presentato al Ces, può essere definito come primo prototipo, in via di sviluppo ed evoluzione. Quindi per vedere in commercio il FlexPhone, bisognerà aspettare almeno un anno, in quanto la produzione di simili gioiellini tecnologici partirà solo nel prossimo autunno e quindi si avrà tutto il tempo per perfezionare il prototipo.

Commenta l

SHARE
Trentatreenne salernitana, con così tanti sogni nel cassetto che è stato necessario costruire una cabina armadio per contenerli tutti! Si occupa di comunicazione, informazione e formazione. Ha fondato la web agency Ok Comunicare ed è appassionata di letteratura, cinema, fotografia, decoupage. E' giornalista pubblicista e in costante aggiornamento circa le dinamiche evolutive legate ai social network sites.

COMMENTA