Popolo Partite IVA: autonomi e lavoratori uniti

0
331

Lavorare in proprio è espressione di intraprendenza e voglia di fare. Ma ai doveri devono corrispondere anche i diritti, per questo nasce Popolo Partite IVA del presidente Lino Ricchiuti.

Popolo Partite IVA: chi sono

Siamo persone comuni che amano il proprio Paese e che non ci stanno più ad accettare una Nazione allo sbando in mano ad un manipolo di corrotti che, anziché governare per il benessere e la prosperità del Popolo, pensano esclusivamente ai propri interessi e a quelli dei loro amici. Individui che non hanno esitato a svendere questo Paese e a cederne la sovranità monetaria prima e quella politica poi. Siamo donne e uomini che hanno dato tutta la propria vita per creare aziende, posti di lavoro, ricchezza; siamo quelli che hanno creato il Made in Italy di cui tanto si riempiono la bocca i nostri “politici”, ma che quotidianamente distruggono. Siamo persone che hanno deciso di ribellarsi a questo sistema che ci stritola, ci dissangua, ci spreme e poi ci getta via. Lo dobbiamo ai nostri Padri che hanno combattuto per lasciarci la libertà, lo dobbiamo ai nostri coniugi che hanno sofferto con noi ma, soprattutto, lo dobbiamo ai nostri figli e nipoti che hanno in noi l’ultimo baluardo per un futuro sereno da persone libere, da cittadini che hanno doveri ma soprattutto diritti. Siamo stanchi di essere il bancomat di personaggi arroganti, incompetenti e corrotti. Stanchi di essere schiavi dei poteri occulti che tutto fanno tranne che gli interessi della Nazione.

Popolo Partite IVA: programma

1) Sanatoria di scopo dei debiti iscritti a ruolo per le imprese e le famiglie al 25% del debito iniziale (proposta di legge già pronta)

2) Rateizzazioni per il rientro del debito fiscale in conseguenza della sanatoria, secondo piani non eccedenti il quinto del reddito

3) Abolizione degli studi di settore e introduzione flat tax a regime al 20% omnicomprensivo, e IVA al 15% con adozione della fiscal card, per tutti gli over 14 anni riconducibile a chi esegue la dichiarazione dei redditi in famiglia per detrarre tutti gli acquisti

4) Abolizione del contributo unificato nei processi tributari per contribuenti con redditi fino a 45.000 euro lordi

5) Abolizione della norma sugli accertamenti fiscali “prima paghi” e poi ti difendi (solve et repete)

6) Istituzione del credito imposta automatico per le nuove assunzioni, ogni 2 nuove unità una dovrà essere over 35 (coperture derivanti dal 50% della sanatoria fiscale di scopo al punto 2).

7) Abolizione sostituto di imposta (lordo in busta paga, vedi art. 3)).

8) Abolizione del Contributo Minimale INPS

9) Sospensione per 3 anni del DURC (documento di regolarità contributiva) per le piccole imprese, purché attiva da sempre 5 anni

10) Modifica al ribasso del tasso soglia d’usura

11) Riforma del sistema di vigilanza Banca d’Italia

12) Micro prestiti all’1% tramite Cassa depositi e prestiti, con coperture derivanti dal 50% dell sanatoria di scopo sopra riportato al punto 2

13) Azzeramento dati centrale rischi CRIF tranne per gravi inadempienze

14) Impignorabilità prima casa anche per le banche (fondo di garanzia interessi)

15) Impossibilità di ricorrere in appello per ente statale soccombente in primo grado

16) Inserimento del tax free day per le attività commerciali o artigianali con fatturato inferiore a 200.00 euro e su suolo urbano

Commenta l

Loading...