Sla, trovato il killer che uccide i neuroni sani

0
311

CXVzRAeU0AA8_hU

La Sla miete vittime ormai da anni, si parla di una malattia che fa perdere l’uso dei muscoli fino ad arrivare alla paralisi. Chi ne soffre, con il tempo non riesce più a parlare, respirare, mangiare e deglutire. Questo avviene perché vengono uccisi i neuroni responsabili del movimento e si arriva ad uno stato vegetativo di totale sofferenza.

I ricercatori dell’università del North Carolina hanno iniziato degli studi sulla Sla notando l’esistenza di una piccola percentuale, tra l’1% e il 2% di una proteina mutata che forma aggregati tossici nel cervello. Poi è stato scoperto che vale la stessa cosa anche per i pazienti che non hanno subito mutazioni genetiche. Fino a poco tempo fa non si sapeva il motivo di tutto ciò, oggi invece è arrivata la scoperta che fa ben sperare; gli studiosi hanno dedotto che la causa scatenante proviene dalla nascita e dalla collaborazione di tre proteine SOD1 che uccidono i neuroni motori, formando grumi e facendo progredire molto rapidamente la malattia.

Dopo aver trovato il killer dei neuroni, adesso la necessità principale è quella di trovare una rapida soluzione in grado di sciogliere gli aggregati di proteine o evitare sin dall’inizio la loro formazione. L’autore dello studio Nikolay Dokholyan conferma che nel campo della medicina grazie a questi studiosi, è stato fatto un passo avanti che potrebbe portare a trovare la soluzione non solo per la Sla, ma anche per l’Alzheimer e il Parkinson perché spesso tra le malattie neurodegenerative, ci sono molte somiglianze e quindi la cura potrebbe essere unica per tutte e tre e non solo.

La speranza è viva non solo per chi soffre già a causa della Sla, ma un po’ per tutti perché potrebbe essere sconfitta una delle malattie devastanti in grado di mettere in ginocchio la popolazione di tutto il mondo.

Commenta l

SHARE
Sicula Doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il mio pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi, in grado di portare a termine importanti affari. Riesco a mantenere sempre l'autocontrollo grazie alla mia diplomazia e charme.
Loading...

COMMENTA