WhatsApp: rimosso da alcuni smartphone, ecco quali

A darne l'annuncio i responsabili dell'app.

0
131
whatsapp
Whatsapp non sarà più utilizzabili su alcuni dispositivi.

WhatsApp, l’app di messaggistica più diffusa e capillare al mondo, sarà fra pochi mesi inutilizzabile su alcuni dispositivi. L’azienda ha infatti annunciato che dal prossimo 31 dicembre chi non disporrà dei requisiti necessari per supportare gli aggiornamenti dovrà dirle addio. Passo successivo di una strategia già avviata nel 2017. Quando, durante i primi mesi, aveva già effettuato una prima selezione. Smise di essere attiva su alcuni cellulari che montavano le versioni precedenti di Android 2.3.3, iPhone 3GS/iOS 6, Windows Phone 7. Lista in via di aggiornamento.

WhatsApp: addio ai vecchi dispositivi

Decisione sofferta, ma inevitabile. In nome di uno scopo più grande: stare al passo coi tempi. Le funzionalità non sono più supportabili da alcuni smartphone, ormai superati. Modelli anche rinomati, appartenenti a celebri marchi. Che, col tempo, hanno perso terreno, tradendo le aspettative degli utenti. Lo stesso vale anche riguardo alle applicazioni. Tra questi ci sono i BlackBerry 10, Blackberry OS, Symbian S60 e Nokia S40. Ai quali si aggiungono anche Windows Phone 8.0, Android 2.1 e 2.2. Comprensibili le lamentali di diversi utenti WhatsApp sui social network.

WhatsApp: non funzionerà più su alcuni modelli

Alla multinazionale americana, di proprietà Facebook, spetterà rispondere, evolvendo il proprio prodotto. Intanto, i dirigenti hanno fornito utili indicazioni alla clientela: “Se si utilizza uno dei dispositivi elencati e si vuole continuare ad utilizzare WhatsApp, è necessario installare un sistema operativo più recente”. Nel comunicato ufficiale diramato, i responsabili della app di messaggistica hanno aggiunto: “Queste piattaforme ci sono state di grande aiuto quando l’applicazione è stata lanciata, ma adesso sembra che non siano più in grado di supportare i continui aggiornamenti che abbiamo programmato per i nostri utenti”.

WhatsApp: solo per gli ultimi smartphone

Gli utenti WhatsApp trovano intanto già sui propri dispositivi mobili “Recall”. Chissà quante volte vi sarà capitato di scrivere, distrattamente, alla persona sbagliata. Magari informazioni riservate, che non volevate assolutamente divulgare. Il dado però ormai era tratto e non c’era più possibilità di sopperire all’inconveniente. Bene, ora si può eliminare un messaggio prima che questo venga letto dal destinatario. Tocca però agire tempestivamente perché il tempo a disposizione è limitato a sette minuti, sia in conversazioni di gruppo che individuali. “Recall” risponde al preciso scopo di rimuovere i messaggi inviati per errore. 300 secondi appaiono dunque più che sufficienti per notare la svista e correre ai ripari, rimuovendo il messaggio spedito.

Commenta l

SHARE
Loading...